Compattatore rotante

Compattatore rotante

Il sistema della compattazione dei rifiuti solid urbani traite rotazione, che da oltre mezzo secolo è stata largamente impiegato per la sua grande efficacia con particolari tipi di rifiuti e per la notevole semplicità operativa, trova, nelle recenti modifiche apportate, rivoluzionarie innovazioni che lo ripropongono come un moderno ed efficace mezzo di lavoro

La rotzione oraria e antioraria del contenitore non avviene più attraverso complicati e rumorosi sitemi basati su ruote dentate, pignoni e catene ma, silenziosamente, su di una ralla calettata sulla circonferenza del cilindro. La rotazione del contenitore è generata da un moto riduttore epicicloidale fissato sulla parete anteriore del cilindro che è alimentato da una pompa oleodinamica montata sulla presa di forza al cambio. Uno speciale trattamento fono-assorbente di nuova concezione, applicato su tutta la suoerficie esterna, abbassa ulteriormente la rumorosità dell'attrezzatura.

Portellone posteriore dotato di elica di spinta e compressione rifiuti; incernierato superiormente per consentirne, in fase di scarico, l'apertura totale che avviene tramite due cilindri oleodinamici a doppio effetto, dotati di dispositivi di sicurezza anticaduta. L'ccoppiamento portellone-contenitore è a totale tenuta, realizzato con anello in acciaio antiusura a contatto con il bordo del contenitore. Tale anello impedisce anche la fuoriuscita di polveri creando una tenuta a labirinto.

Portellone posteriore

Portellone posteriore dotato di elica di spinta e compressione rifiuti.

Copyright Longo 2013